Vi dono una scatola piena di…

IL MISTERO DELLA SCATOLA BLU

“La scatola in raso blu era lì,a portata di mano, appoggiata sulla credenza in cucina.  Lulù la osservava da tempo,facendo varie ipotesi sul contenuto.Oro e diamanti? Perle e rubini?Oppure messaggi d’amore da conservare con gelosia? O segreti microfilms?Intenta nei suoi pensieri la bambina non si accorse che Pippo,un cucciolo di labrador che sembrava un piumino di cipria,di appena tre mesi stava rosicchiando  con tenacia le gambe del tavolo.

“ Smettila,smettila,se ti vede la mamma….” Gli gridò Lulù

“Vieni andiamo in giardino per un po’,così ti distrai…”

Ma,al loro ritorno la scatoletta era scomparsa! Lulù ebbe un tuffo al cuore:il suo tesoro era sparito nel nulla!

“Mamma hai preso tu la bella  scatoletta blu?” chiese con  ansia

“Quale scatola, non ne ho visto neanche una, non sarà, come sempre, la tua galoppante fantasia ….?”

Rispose la mamma.

“Eppure non ho sognato,l’hai vista anche tu,vero Pippo?”

La  bimba si infilò allora il suo cappellino da Sherlock Holmes e incominciò le indagini…..

Ma niente,non riusciva a trovarla!

“Il mio tesoro,il mio tesoro,dov’è il mio tesoro..”gridava disperata girando per ogni angolo della casa

“Forse ho avuto un miraggio!” concluse amareggiata.

Due giorni dopo però, mentre giocava a nascondino con Pippo,un raggio di sole illuminò la sala e come per incanto la scatoletta riapparve,ma solo per un attimo.Questa volta era trasparente e luminosa come l’acqua di una sorgente e sembrava che all’interno ci fossero mille bolle colorate.

Il piccolo labrador si lanciò per afferrarla,scodinzolando gioioso,ma ,proprio come una bolla,svanì nel nulla…l mistero si infittiva sempre più.

E ancora il giorno dopo ancora il cofanetto si materializzò, di un morbido rosso fragola e scomparve di nuovo. Ormai la povera Lulù pensava  di soffrire di allucinazioni;lei e Pippo si guardavano sconsolati,non sapendo più che cosa fare.

Per qualche tempo e per brevi attimi rividero la scatolina,ora verde,ora gialla,arancio,viola…..Lulù stava realmente pensando di avere una strana malattia!

Ma la mamma ,a questo punto le disse:

“Quello che tu hai visto è l’arcobaleno delle tue emozioni e dei tuoi desideri,sempre diversi e luminosi,quando saprai realmente cosa vorrai troverai  la tua scatola.”

Per molti anni la bambina non la vide più e,ormai cresciuta ,non se ne ricordava nemmeno.

Un giorno,durante uno dei suoi viaggi in un paese pieno di sole e di allegria,Lulù era una viaggiatrice curiosa e sempre pronta a scoprire nuove mete,sentì parlare di una cascata dall’acqua di smeraldo che si tuffava in un piccolo lago,e piena di curiosità e con una strana emozione,volle andare a visitare quei luoghi.

Dopo una lunga camminata in un bosco fresco e profumato, Lulù raggiunse la cascata e si tuffò in quelle acque limpide e profonde,sentendo dentro di sé una pace e un’armonia ristoratrice.Finalmente riuscì a toccarla e ad aprirla.Per prima cosa uscirono tutte le bolle colorate,i suoi sogni,le sue emozioni, che dipinsero il cielo a pois,e dentro rimase infine una piccola casa,la sua casa,quella che aveva sempre cercato.

E così Lulù rimase lì per sempre, in quel paese pieno di sole e di allegria…”

Qual’è il vostro sogno nascosto nella scatola blu?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.